Mangiare “bio”: cosa vuol dire? E perché è così utile?

Uno dei piatti proposti alla mensa bio “NaturalMensa” nel comune di Castelsaraceno (PZ)

Il termine “biologico” si riferisce al modo in cui vengono coltivati ​​e trasformati i prodotti agricoli. In generale le colture biologiche devono essere coltivate senza l’uso di erbicidi sintetici, pesticidi e fertilizzanti o geni bioingegnerizzati (OGM).

Il bestiame biologico allevato per carne, uova e prodotti lattiero-caseari deve essere allevato in condizioni di vita conformi ai loro comportamenti naturali (come la capacità di nutrirsi nei pascoli) e nutrito con mangimi e foraggi biologici, senza somministrazione di antibiotici, ormoni della crescita o sottoprodotti di origine animale.

Tutto questo può avere un impatto importante sulla tua salute fisicale, mentale ed emotiva e soprattutto sull’ambiente. Gli alimenti biologici hanno spesso nutrienti più benefici, come gli antiossidanti, rispetto alle loro controparti coltivate in modo convenzionale e le persone con allergie a cibi, sostanze chimiche o conservanti possono scoprire che i loro sintomi diminuiscono o scompaiono quando mangiano solo cibi biologici.

I prodotti biologici contengono meno pesticidi. Sostanze chimiche come fungicidi sintetici , erbicidi e insetticidi sono ampiamente utilizzati nell’agricoltura convenzionale e i residui rimangono sul (e nel) cibo che mangiamo. pesticidi. Tuttavia, nonostante la credenza popolare, le fattorie biologiche utilizzano pesticidi. La differenza è che usano solo pesticidi di origine naturale, piuttosto che i pesticidi sintetici utilizzati nelle fattorie commerciali convenzionali. 

Il cibo biologico è spesso più fresco perché non contiene conservanti che lo fanno durare più a lungo. I prodotti biologici a volte (ma non sempre, quindi guarda da dove provengono) vengono prodotti in fattorie più piccole più vicine a dove vengono venduti.

L’agricoltura biologica tende ad essere migliore per l’ambiente. Le pratiche di agricoltura biologica possono ridurre l’inquinamento, conservare l’acqua, ridurre l’erosione del suolo, aumentare la fertilità del suolo e utilizzare meno energia. L’agricoltura senza pesticidi sintetici è anche migliore per gli uccelli e gli animali vicini, nonché per le persone che vivono vicino alle fattorie.

Agli animali allevati biologicamente NON vengono somministrati antibiotici, ormoni della crescita o nutriti con sottoprodotti di origine animale. Nutrire il bestiame con sottoprodotti di origine animale aumenta il rischio di malattia della mucca pazza (BSE) e l’uso di antibiotici può creare ceppi batterici resistenti agli antibiotici. Gli animali allevati biologicamente tendono ad avere più spazio per muoversi e accedere all’aria aperta, il che aiuta a mantenerli sani.

La carne e il latte biologici possono essere più ricchi di alcuni nutrienti. I risultati di uno studio europeo del 2016 mostrano che i livelli di alcuni nutrienti, inclusi gli acidi grassi omega-3, erano fino al 50% più alti nella carne e nel latte biologici rispetto alle versioni allevate convenzionalmente.

Gli alimenti biologici sono privi di OGM. Gli organismi geneticamente modificati (OGM) o gli alimenti geneticamente modificati (GE) sono piante il cui DNA è stato alterato in modi che non possono verificarsi in natura o negli incroci tradizionali, più comunemente per essere resistenti ai pesticidi o produrre un insetticida.

Il costo maggiore. Il cibo biologico è spesso più costoso del cibo coltivato in modo convenzionale. Ma se stabilisci alcune priorità, può essere possibile acquistare cibo biologico e rimanere nel tuo budget dedicato alle tue esigenze alimentari. Se puoi permetterti di pagare i prezzi più alti, cerca carne bovina e prodotti lattiero-caseari etichettati come “pascolo allevato” o “100% nutrito con erba”. Per carne di maiale, pollo o uova, cerca un’etichetta “biologica certificata”. L’acquisto di tagli di carne più economici provenienti da animali allevati biologicamente ti consente di mangiare biologico senza superare il tuo budget. Ad esempio, prova ad acquistare cosce di pollo bio invece dei petti di pollo allevati in modo convenzionale.

Ricorda in ogni caso che frutta e verdura sono più economiche e ovviamente più fresche quando sono di stagione.